Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mattinata passata in rosso oggi per la Borsa svizzera. Alle 11:10 circa l'indice dei titoli guida SMI perdeva lo 0,17% a 8'697,48 punti, quello allargato SPI lo 0,05% a 8'574,13.

Secondo gli analisti, il mercato è in attesa dei risultati congiunturali provenienti dagli Stati Uniti che verranno resi noti nel pomeriggio.

Attualmente non sembrano aver avuto effetto i positivi dati sulla fiducia dei consumatori provenienti dall'Italia, che hanno raggiunto i massimi dal 2010, spingendo al rialzo la borsa di Milano.

In mattinata sono giunti segnali positivi anche dalla Borsa di Tokyo, che ha chiuso la seduta in rialzo dello 0,24% portandosi ai massimi dell'ultimo mese e mezzo in scia ai rialzi di Wall Street e soprattutto dei listini europei, dopo l'esito del voto per il rinnovo del parlamento Ue.

Il mercato elvetico è appesantito in particolare dall'andamento dei pesi massimi difensivi Nestlé (-0,50%) e Roche (-0,52), mentre va meglio Novartis (+0,19%). Fra i titoli più positivi si trovano al momento Credit Suisse (+0.59%) e Givaudan (+0,41%).

SDA-ATS