Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera è stabilmente orientata al rialzo: alle 11.00 l'indice dei valori guida SMI segnava 9221,69 punti, in progressione dello 0,96% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,91% a 9334,07 punti.

Il mercato è favorevolmente influenzato dall'accordo sulla Grecia e continua così una tendenza già osservata alla fine della settimana scorsa, quando sussisteva appunto la prospettiva di un'intesa. Impulsi positivi arrivano anche dalla Cina, con l'ulteriore stabilizzazione delle borse.

Le ultime novità hanno permesso all'euro di risalire nei confronti del franco (corso a quasi 1,05) e hanno spinto al ribasso l'indice di volatilità VSMI.

Per quanto riguarda i singoli titoli in evidenza Swatch (+2,08%), che dopo settimane negative approfitta fra l'altro di un cambiamento di raccomandazione da parte di Nomura. Nello stesso segmento del lusso poco lontano è anche Richemont (+1,31%).

Si muovono bene i valori maggiormente dipendenti dalla congiuntura come ABB (+1,39%), Adecco (+1,56%) e Holcim (+0,96%). Leggermente meno tonici sono i bancari UBS (+0,54%) e Credit Suisse (+0,48%). Trainano il listino Novartis (+1,33%) e Roche (+1,39%), mentre meno effervescente è il terzo peso massimo difensivo, Nestlé (+0,49%).

Nel mercato allargato hanno deluso i semestrali DKSH (-4,08%). Meyer Burger (+0,63%) ha annunciato una piccola acquisizione negli Usa. Aryzta (+2,28%) beneficia di un mini rimbalzo dopo aver sofferto nelle ultime settimane.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS