Navigation

Borsa svizzera: mattinata in territorio positivo

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 marzo 2012 - 11:30
(Keystone-ATS)

Mattinata in rialzo per la Borsa svizzera: alle 11.20 circa l'indice guida SMI guadagnava lo 0,35% a 6'305.51 punti e l'indice allargato SPI lo 0,39% a 5'782.53.

La piazza elvetica reagisce positivamente agli inaspettati buoni dati congiunturali provenuti ieri dagli Stati Uniti e ad una politica monetaria ammorbidita. Le stesse notizie - unite al discorso del presidente della Fed, Ben Bernanke, che ha confermato programmi di sostegno all'economia statunitense - hanno permesso anche l'ottimo risultato di Tokyo, che ha chiuso con un rialzo del 2,05%.

In mattinata l'indicatore dei consumi UBS ha annunciato un lieve calo, che è comunque considerato momentaneo. Gli esperti del gruppo bancario prevedono infatti un'accelerazione dei consumi rispetto all'anno scorso. Secondo la Segreteria di Stato dell'economia (Seco), nel 2011 la domanda di consumo dei privati è costantemente aumentata, dando un importante contributo nell'evitare uno scivolamento nella recessione nel quarto trimestre.

Al momento i titoli più brillanti risultano Credit Suisse (+2,11%), Swatch Group (+1,38%) e Richemont (+1,24), mentre più in difficoltà sono Holcim (-2,13%), Givaudan (-0,69%) e Novartis (-0,20%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?