Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mattinata altalenante per la Borsa svizzera. Dopo avere aperto in flessione malgrado le indicazioni favorevoli provenienti dalle altre piazze, i listini sono passati sopra la parità per poi ridiscendere. Poco dopo le l'indice principale SMI era a quota 7'979.93, in calo dello 0,11%. L'indice allargato SPI segnava 7'559.01 punti (-0,13%).

I timori che le vendite di nuove abitazioni negli Usa possano essere scese del 2% a luglio hanno frenano gli entusiasmi che si erano creati sul mercato dopo i dati macroeconomici tedeschi, a partire dal Pil e dagli investimenti.

Fra i valori guida le oscillazioni sono contenute. La perdita più marcata è registrata da Richemont con un -1,06%. Swatch Group scende dello 0,70%. Tra i ciclici, ABB è in calo dello 0,05%, Adecco dello 0,16%, Geberit dello 0,56%, mentre Holcim avanza dello 0,68%.

Quanto ai titoli difensivi di peso, Nestlé cede lo 0,16%, Novartis è in crescita dello 0,14% e Roche segna una contrazione dello 0,71%.

Nel comparto bancario, UBS guadagna lo 0,64%, Credit Suisse lo 0,32%, mentre Julius Bär è di poco sotto la linea (-0,12%). Fra gli assicurativi Zurich scende dello 0,37%, Swiss Re avanza invece dello 0,27%.

Nel listino allargato Bachem, che ha presentato un bilancio intermedio migliore delle attese, guadagna il 3,85%. Gurit, che chiuso il primo semestre in perdita, è in lieve rialzo (+0,31%). Cham Paper Group, dopo l'annuncio di un utile semestrale in crescita, sale del 3,36%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS