Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: mattinata incerta

Mattinata altalenante per la Borsa svizzera. Dopo avere aperto in flessione malgrado le indicazioni favorevoli provenienti dalle altre piazze, i listini sono passati sopra la parità per poi ridiscendere. Poco dopo le l'indice principale SMI era a quota 7'979.93, in calo dello 0,11%. L'indice allargato SPI segnava 7'559.01 punti (-0,13%).

I timori che le vendite di nuove abitazioni negli Usa possano essere scese del 2% a luglio hanno frenano gli entusiasmi che si erano creati sul mercato dopo i dati macroeconomici tedeschi, a partire dal Pil e dagli investimenti.

Fra i valori guida le oscillazioni sono contenute. La perdita più marcata è registrata da Richemont con un -1,06%. Swatch Group scende dello 0,70%. Tra i ciclici, ABB è in calo dello 0,05%, Adecco dello 0,16%, Geberit dello 0,56%, mentre Holcim avanza dello 0,68%.

Quanto ai titoli difensivi di peso, Nestlé cede lo 0,16%, Novartis è in crescita dello 0,14% e Roche segna una contrazione dello 0,71%.

Nel comparto bancario, UBS guadagna lo 0,64%, Credit Suisse lo 0,32%, mentre Julius Bär è di poco sotto la linea (-0,12%). Fra gli assicurativi Zurich scende dello 0,37%, Swiss Re avanza invece dello 0,27%.

Nel listino allargato Bachem, che ha presentato un bilancio intermedio migliore delle attese, guadagna il 3,85%. Gurit, che chiuso il primo semestre in perdita, è in lieve rialzo (+0,31%). Cham Paper Group, dopo l'annuncio di un utile semestrale in crescita, sale del 3,36%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.