Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Prosegue in negativo la seduta odierna della Borsa svizzera: verso le 11:20 l'indice dei titoli guida SMI segna un calo dell'1,33% a quota 6046.69. In flessione anche il listino allargato SPI (-1,26%) a 5339.59 punti. Il mercato è condizionato dalla chiusura negativa di Wall Street e dello scivolone - il terzo da lunedì - delle principali Borse di Asia e Pacifico.
A preoccupare gli investitori è in particolare il rallentamento cinese che potrebbe influire sull'economia globale, senza dimenticare le misure restrittive anti-deficit adottate dai governi in Europa.
Tra i bancari, il titolo UBS scende del 2,07%, Credit Suisse dello 0,61% e Julius Bär del 2,45%. In negativo pure il comparto assicurativo, con Swiss Re (-1,57%) e Zurich Financial Services (-1,63%). Non sostengono il listino neppure Novartis (-1,14%), Roche (-0,80%) e Nestlé (-1,34%). Male anche Transocean (-5,08%).
L'attenzione degli investitori oggi è rivolta ad ABB, dopo che il gruppo elettrotecnico zurighese ha rinunciato ad acquistare la società britannica Chloride. ABB ha infatti deciso di non rialzare l'offerta per lo specialista nei sistemi di alimentazione elettrica senza interruzione, lasciando il campo libero al concorrente americano Emerson. L'azione di ABB è in ribasso dell'1,32%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS