Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Andamento negativo stamane alla Borsa svizzera, sulla scia della crisi greca e dei problemi di indebitamento dell'Eurozona. Alle 11:50, lo SMI perdeva l'1,38% a 6'575.33 punti: era da metà febbraio che non toccava un valore così basso. L'allargato SPI era invece in flessione dell'1,48% a 5'826.19 punti.
Tutte le blue chips perdono terreno, a cominciare dai bancari: UBS arretra del 3,4%, Credit Suisse del 2,6% e Julius Baer del 2,5%. In netto ribasso anche Swiss Re (-3,9%), Adecco (-3%), Holcim (-2,8%) e Actelion (-3,3%).
Nel listino allargato è in caduta libera il titolo di Nobel Biocare (-16,3%): il fatturato e l'utile operativo in calo hanno deluso le aspettative degli analisti.

SDA-ATS