Navigation

Borsa svizzera: mattinata negativa

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 maggio 2012 - 11:25
(Keystone-ATS)

Mattinata negativa per la Borsa Svizzera. Alle 11:15 circa, l'indice guida SMI perdeva lo 0,24% a 5'900,24 punti e l'indice allargato SPI lo 0,31% a 5'509,02 punti. Tutti i titoli del listino principale sono in perdita, ad eccezione di Novartis (+0,60%) e Nestlé (invariata).

A inizio giornata il mercato elvetico - così come le principali piazze europee - si è mosso sulla scia di Tokyo, che ha terminato in calo dello 0,28% a 8'633,19 punti.

A preoccupare principalmente i mercati sono i dubbi sulla stabilità del sistema bancario spagnolo. Sempre sotto pressione Bankia: ieri il Financial Times ha indicato che la Banca Centrale Europea ha bocciato il piano iberico di ricapitalizzarla attingendo indirettamente dai fondi dell'istituto di Francoforte.

Allo stesso tempo, il tasso dei Bonos spagnoli a 5 anni è salito al 6% per la prima volta dal 30 novembre. Il differenziale tra le obbligazioni a 10 anni di Madrid e quelle di Berlino ha raggiunto la quota record di 520 punti.

Per il pomeriggio in Europa c'è particolare attesa per i dati sulla fiducia dei consumatori nella zona euro. Negli Stati Uniti invece il termometro saranno le richieste di ipoteche e le vendite di case.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?