Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prosegue in ribasso la seduta della Borsa svizzera, anche se le perdite si sono parecchio ridotte rispetto all'apertura. Alle 11.30 l'SMI cede lo 0,22% a 7'922.19 punti, l'SPI lo 0,27% a 7'504.18 punti. Gli investitori sono in attesa dell'indice della Fed di Chicago che misura l'attività economica americana a luglio, previsto in calo. Domani, poi, sarà il turno dei verbali della commissione di politica monetaria della Fed di fine luglio. Giovedì è inoltre in programma l'annuale incontro dei governatori della Fed a Jackson Hole (Wyoming).

Sotto pressione, a livello europeo, i titoli bancari. Credit Suisse cede il 2,50%, UBS il 2,12% e Julius Bär l'1,34%. I tre istituti hanno guadagnato oltre il 30% da inizio anno.

Sotto pressione anche Holcim, già in forte calo ieri dopo che UBS e Deutsche Bank hanno peggiorato la valutazione sul titolo del gigante del cemento. Perdono oltre un punto percentuale pure Richemont (-1,92%), Givaudan (-1,29%), Geberit (-1,28%), ABB e Adecco (entrambe -1,06%).

In rialzo unicamente i titoli massimi difensivi: Novartis sale dell'1,18%, Roche dello 0,67% e Nestlé dello 0,16%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS