Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mattinata in calo per la Borsa svizzera: alle 11.30 l'indice principale SMI cede lo 0,69% a 8'891.93 punti, quello allargato SPI lo 0,67% a 10'112.42 punti.

La Borsa prosegue il suo consolidamento ad un alto livello. Dalla pubblicazione delle note della Federal Reserve, ieri sera, non sono emerse indicazioni sulla futura politica monetaria della banca centrale americana.

L'indice delle blue chip è trainato al ribasso dai pesi massimi difensivi Novartis (-1,37%), Nestlé (-0,88%) e Roche (-0,82%). Oltre a Novartis perdono più di un punto percentuale anche Lonza (-1,68%), Givaudan (-1,40%) e Sika (-1,20%).

In rialzo invece gli assicurativi Swiss Re (+0,95%), Swiss Life (+0,24%) e Zurich (+0,07%) - oggi si è appreso che dall'aprile del 2018 l'ex Ceo di Swiss Re Michel M. Liès dovrebbe sostituire l'attuale presidente del consiglio di amministrazione Tom de Swaan - così come le due grandi banche: Credit Suisse avanza dello 0,69%, UBS dello 0,36%.

Nel mercato allargato da segnalare che Zur Rose al suo debutto in Borsa cresce del 3,93% a 150.50 franchi, dopo essere arrivata a salire di oltre il 13% a 159.00 franchi in apertura. Il gruppo turgoviese attivo nel commercio all'ingrosso e nella vendita per corrispondenza di medicinali aveva fissato il prezzo delle sue azioni a 140 franchi.

SDA-ATS