Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La mattinata si presenta poco mossa alla borsa svizzera: alle 11.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 8661,85 punti, in flessione dello 0,10% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,08% a 9549,85 punti.

Gli investitori si muovono con cautela, in attesa della decisione della Federal Reserve sulla politica monetaria. Mancano inoltre impulsi in grado di spingere il mercato verso una direzione precisa.

Sul fronte interno le variazioni dei 20 titoli principali sono quasi sempre inferiori al punto percentuale. Praticamente fermi al palo sono i pesi massimi difensivi Nestlé (invariata), Novartis (+0,13%) e Roche (+0,19%).

In ordine sparso si presentano i valori più sensibili ai cicli economici come Adecco (-0,43%), Geberit (-0,30%), ABB (-0,09%) - che ha reso noti dettagli sull'impatto finanziario della malversazione in Corea del Sud - e LafargeHolcim (+0,96%). Nel segmento del lusso Swatch (-0,12%) è in linea con Richemont (-0,20%).

Perdite più ampie vengono mostrate dai bancari UBS (-0,87%), Credit Suisse (-1,22%) e Julius Bär (-0,24%). Le vendite del comparto finanziario interessano anche gli assicurativi Zurich (-0,53%), Swiss Life (-0,68%) e Swiss Re (-0,50%).

Nel mercato allargato hanno informato sull'andamento degli affari varie aziende: quella maggiormente sotto pressione è Aryzta (+7,59%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS