Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Avvio al ribasso stamane alla Borsa svizzera. Alle 9:30 l'indice dei titoli SMI segnava 6160,24 punti (-0,55% rispetto alla chiusura di ieri), mentre il listino allargato SPI era in flessione dello 0,48% a quota 5451,27 punti.
Apertura in calo anche per le principali piazze finanziarie europee. A Milano, l'indice Ftse Mib ha avviato le contrattazioni in ribasso dello 0,44% a 2002 punti, mentre il Ftse All Share cedeva lo 0,37% a 21.084 punti. La Borsa di Londra ha aperto gli scambi con l'indice Ftse-100 in discesa dello 0,37% a 5294,46 punti. A Francoforte, il Dax cedeva lo 0,37% a quota 6125,26 punti. Avvio in flessione anche per Parigi con l'indice Cac 40 a 3473,48 punti (-0,13%).
La Borsa di Tokyo ha invece interrotto la serie negativa e terminato gli scambi, dopo 5 sedute di fila al ribasso, in rialzo del 2,28%, in scia all'euforia dei dati trimestrali della Corporate America e alla frenata dello yen sul dollaro. Il Nikkei, che ha subito un brusco rallentamento nel finale a causa delle indiscrezioni di stampa sugli stress test "poco positivi" delle banche spagnole, si è attestato comunque a quota 9.430,96, con un progresso netto di 210,08 punti.
Chiusura in territorio positivo, ieri, per Wall Street. Il Dow Jones è salito dell'1,99% a 10'322,30 punti, il Nasdaq è avanzato del 2,68% a 2245,89 punti, mentre lo S&P 500 ha segnato un incremento del 2,23% a 1093,39 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS