Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera continua a muoversi in territorio positivo anche nel pomeriggio. La possibilità di un accordo sul tetto del debito e sul budget negli Usa influiscono positivamente sulla seduta: verso le 15:05 l'indice dei titoli guida SMI guadagnava lo 0,86% a 7'996.89 punti; quello allargato SPI lo 0,76% a 7'600.04 punti.

L'indice Zew che misura la fiducia degli investitori tedeschi sulla base delle aspettative sui prossimi sei mesi è salito per il terzo mese di fila, a 52,8 in ottobre (49,6 il mese precedente), toccando i massimi da aprile 2010. Lo scrive l'agenzia Bloomberg, secondo cui lo Zew segnala che la ripresa tiene nonostante la turbolenza sui mercati innescata dal rischio-default degli Usa.

Sul listino principale, i pesi massimi difensivi sono tutti in rialzo: Nestlé (+1,14%), Novartis (+0,44%) e Roche (+0,92%).

Per quanto riguarda i titoli del settore del lusso Swatch Group, dopo la crescita di stamattina, ora cede lo 0,09%, mentre Richemont guadagna lo 0,49%. Aumento consistente per UBS (+1,83%), come anche per gli altri due bancari Julius Bär e Credit Suisse che salgono, rispettivamente, dell'1,37% e dell'1,71%. In crescita anche gli assicurativi Zurich (+1,40%) e Swiss Re (+0,85%).

Per quanto riguarda i titoli più strettamente legati alla congiuntura, in crescita ABB (+1,23%), Geberit (+0,50%), Adecco (+1,84%). Holcim rimane invariato mentre Syngenta perde l'1,33%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS