Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Anche nel pomeriggio la Borsa svizzera continua a muoversi al di sopra della linea di demarcazione. Verso le 15:20 l'indice dei valori guida SMI guadagnava lo 0,68% a 6'108.32 punti, quello allargato SPI lo 0,65% a 5'669.88 punti.

Tra le blue chip, spicca UBS che progredisce del 2,08%. Secondo voci, la multa che le autorità britanniche infliggerebbero a UBS in relazione al caso di manipolazioni del Libor - l'indice di riferimento del mercato interbancario - sarebbe inferiore a 100 milioni di sterline (circa 149 milioni di franchi) in quanto la grande banca avrebbe collaborato con le autorità.

Incrementi superiori all'1% sono registrati da ABB (+1,68%) - che ha annunciato di aver ricevuto una nuova commessa dall'Iraq per complessivi 120 milioni di dollari - Transocean (+1,68%), Richemont (+1,45%), Holcim (+1,34%) e Cs Group (+1,04%).

In negativo invece l'altro titolo bancario Julius Bär (-0,03%), insieme a Swisscom (-0,45%) e Syngenta (-0,77%).

Quanto ai pesi massimi difensivi, in testa appare Roche (+0,61%), seguita da Novartis (+0,57%) e Nestlé (+0,44%). Tra i titoli finanziari fa meglio Swiss Re (+0,67%) di Zurich Insurance (+0,56%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS