Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera continua a muoversi molto al di sopra della linea di demarcazione anche nel pomeriggio. Verso le 15:15 l'indice dei valori guida SMI guadagnava il 2,16% a 8'503,54 punti, quello allargato SPI il 2,04% a 8'670,27 punti.

Dopo due giorni difficili, le principali piazze europee stanno approfittando dell'annuncio fatto stamane da Volkswagen, che ha comunicato di disporre della liquidità sufficiente a fronteggiare lo scandalo delle emissioni dei diesel. Ma a correre è l'intero settore automobilistico spinto dal taglio della tassa d'acquisto sulle utilitarie sotto i 1'600 cc che scatta domani in Cina.

A Zurigo tutti i titoli sono in rialzo: tra i pesi massimi difensivi Novartis guadagna il 2,63%, Nestlé il 2,60% e Roche l'1,87%.

Bene anche i titoli più sensibili alla congiuntura: ABB sale dell'1,77%, Geberit del 2,19% e LafargeHolcim l'1,39%.

Sorridono pure gli assicurativi, con Swiss Re in rialzo dell'1,64% e Zurich dell'1,54%.

Tra i bancari UBS sale dell'1,46%, Credit Suisse dello 0,43% e Julius Bär dell'1,39%.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS