Navigation

Borsa svizzera: positiva anche nel primo pomeriggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 settembre 2011 - 15:23
(Keystone-ATS)

Anche nel primo pomeriggio la Borsa svizzera continua ad oscillare in territorio positivo, anche se sui mercati permane l'incertezza per la crisi del debito nella zona euro. Poco dopo le 15:00 l'indice guida SMI segnava +2,04% a 5'406,81 punti e quello allargato SPI +1,85% a 4'901,93 punti.

Oggi sono nettamente in ripresa i titoli bancari e assicurativi. In particolare UBS, che durante il fine settimana ha annunciato la partenza del CEO Oswald Grübel sostituito ad interim dal ticinese Sergio Ermotti, guadagna il 2,37%. Fanno comunque meglio CS (+4,98%) e Julius Baer (+2,63%). Zurich Financial avanza del 4,67% e Swiss Re del 2,95%.

Anche i pesi massimi sono in ripresa: Nestlé +0,89%, Novartis +1,84% e Roche +2,93%, come pure i titoli più legati alla congiuntura: ABB +0,33%, Adecco +1,97% e Holcim +2,37%.

Sul mercato allargato da segnalare Aryzta che guadagna il 2%. Il gruppo zurighese leader mondiale della panetteria industriale ha realizzato nell'esercizio 2010-2011, chiuso in luglio, un utile netto di 260 milioni di euro, con un aumento del 34,1% rispetto all'analogo periodo precedente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?