Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In attesa della fine della riunione della Federal Reserve americana, che potrebbe annunciare oggi una nuova riduzione alle misure di stimolo, la Borsa svizzera, partita stamani in leggero calo, ha rapidamente superato la linea di demarcazione e continua a muoversi in territorio positivo. Verso le 14:45, l'indice guida SMI avanzava dello 0,14% a 8.680,29 punti e quello allargato SPI progrediva dello 0,17% a 8.565,61 punti.

Oggi gli occhi sono puntati sui titoli farmaceutici. Roche guadagna lo 0,15%. Il gruppo basilese ha ottenuto l'omologazione per il farmaco antitumorale Gazyvaro da parte dell'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici (Swissmedic). Novartis (+0,06%) ha reso noto di voler migliorare la sua redditività, attraverso nuove strutture e misure che permetteranno di creare sinergie a livello di gruppo e di divisione. Dal canto suo, Nestlé è invariata.

Se si esclude Julius Bär (-0,21%), sono tendenzialmente in attivo i titoli bancari: UBS +0,11%, CS +0,22%. Quanto agli assicurativi, Zurich cresce dello 0,68% e Swiss Re dello 0,57%. Tra le azioni più legate alla congiuntura, ABB avanza dello 0,53%, Holcim dello 0,25% e Geberit dello 0,39%. Adecco invece scende dello 0,54%. Dopo i forti aumenti dei giorni scorsi, Actelion cede il 2,25%, in seguito a prese di benefici. In ribasso anche Transocean (-0,27%).

Il risultato migliore è registrato da Givaudan (+1,57%). Bene anche Swatch +0,38% e Richemont (+0,43%).

SDA-ATS