Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Primi scambi in rialzo per la borsa svizzera: alle 09.40 l'indice dei valori guida SMI segnava 8050,51 punti (+0,14% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,13% a 7642,78 punti.

Il mercato rimane favorevolmente influenzato dalla speranze di una soluzione incruenta del problema delle armi chimiche siriane. Anche le prospettive congiunturali vengono valutare in modo più ottimistico. La propensione al rischio dovrebbe quindi perdurare. Per quanto riguarda gli impulsi in grado di determinare i corsi, sul fronte interno scarseggiano le notizie di rilievo. A livello macroeconomico sono invece attesi alcuni dati americani soprattutto nei prossimi giorni.

Le altre piazze europee hanno avviato la seduta in ordine sparso. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,08% a 8453,32 punti), Londra (Ftse 100 +0,07% a 6588,69 punti), Parigi (Cac 40 -0,24% a 4106,95 punti) e Milano (Ftse Mib +0,10% a oltre 17'000 punti). Ieri Wall Street ha terminato in progressione (Dow Jones +0,85% a 15'191,06 punti, Nasdaq +0,62%% a 2729,02 punti), mentre oggi Tokyo è risultata piatta (Nikkei +0,01% a 14'425 punti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS