Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Primi scambi in rialzo per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8447,57 punti (+0,31% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in progressione dello 0,34% a 8329,60 punti.

Il mercato è favorevolmente influenzato dalla chiusura delle piazze asiatiche, Tokyo in primis (Nikkei +0,93% a 14'163 punti), e di Wall Street (Dow Jones +0,72% a 16'518,54 punti, Nasdaq -0,32% a 4067,67 punti), che ieri recuperato parecchio terreno dopo la fine delle contrattazioni sul vecchio continente.

Il volume degli scambi è atteso almeno in un primo tempo modesto: gli investitori attendono infatti le ultime decisioni in materia di politica monetaria della Banca centrale europea e le successive dichiarazioni del presidente Mario Draghi. Anche gli sviluppi della crisi ucraina potrebbero influenzare i corsi.

Sul fronte interno hanno informato sull'andamento degli affari Adecco (+2,81%) e Transocean (+4,07%).

L'avvio di seduta è stato positivo anche per le altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,27% a 9547,27 punti), Londra (Ftse 100 +0,18% a 6808,98 punti), Parigi (Cac 40 +0,24% a 4457,02 punti) e Milano (Ftse Mib +0,57% a 21'364 punti).

SDA-ATS