Navigation

Borsa svizzera: primi scambi in rialzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 dicembre 2014 - 09:14
(Keystone-ATS)

Apertura in rialzo per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 9165,60 punti (-0,30% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in progressione dello 0,26% a 9002,27 punti.

Il mercato è favorevolmente influenzato dagli impulsi provenienti da Stati Uniti e Asia. Wall Street ha chiuso segnando un nuovo record (Dow Jones +0,58% a 17'879,55 punti, Nasdaq +0,60% a 4755,81 punti) e anche Tokyo ha aggiornato il massimo degli ultimi sette anni (Nikkei +0,32% a 17'720,43 punti).

In giornata sarà pubblicata tutta una serie di dati congiunturali, dapprima nell'UE e poi negli Usa. Ma l'attenzione degli investitori è già puntata sulla Banca centrale europea, che domani renderà note le ultime decisioni in materia di politica monetaria, e sul rapporto relativo al mercato americano del lavoro, che sarà pubblicato venerdì.

Sul fronte interno i movimenti sono al momento quasi esclusivamente frazionali. Ha un impatto rilevante sul listino Nestlé (-0,75%), penalizzata da una raccomandazione di vendita da parte di Goldman Sachs.

Nel resto d'Europa i mercati hanno avviato le contrattazioni in ordine sparso. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,45% a 9978,89 punti), Parigi (Cac 40 -0,10% a 4384,04 punti), Londra (Ftse-100 -0,06% a 6737,78 punti) e Milano (Ftse Mib +0,26 a 19'839 punti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.