Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8969,73 punti, in flessione dello 0,12% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,17% a 9122,50 punti.

Dopo quattro sedute consecutive in calo ci si poteva aspettare un rimbalzo di natura tecnica, ma il perdurare della crisi greca rende gli investitori nervosi. Sul fronte interno le variazioni dei singoli titoli sono al momento solo frazionali, con la sola eccezione della sempre volatile Transocean (-1,50%).

Intanto Wall Street ha chiuso ieri in negativo (Dow Jones -0,01% a 17'764,04 punti, Nasdaq -0,15% a 5013,86 punti) e lo stesso ha fatto oggi Tokyo (Nikkei -0,25% a 20'046,36 punti).

Anche le altre piazze europee hanno avviato le contrattazioni deboli: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,28% a 19'706,52 punti), Parigi (Cac 40 -0,40% a 4831,03 punti), Londra (Ftse-100 -0,19% a 6740,69 punti) e Milano (Ftse Mib -0,07% a 22'514 punti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS