Tutte le notizie in breve

Apertura in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 9069,06 punti, in flessione dello 0,49% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,45% a 10'294,56 punti.

Dopo aver raggiunto ieri i massimi dall'agosto 2015 il mercato sembra volersi concedere una pausa, in assenza anche di indicazioni chiare provenienti dalle piazze più lontane. Wall Street ha chiuso ieri contrastata (Dow Jones -0,17% a 20'975,78 punti, Nasdaq +0,29% a 6120,58 punti) mentre oggi Tokyo non è andata oltre un lieve rialzo (Nikkei +0,29% a 19'900,09 punti).

Sul fronte interno l'attenzione è concentrata su Swiss Life (-0,36%), che ha pubblicato i trimestrali. Vendite sono segnalate su Roche (-1,39%), che ha subito una battuta d'arresto in relazione a studi clinici sul suo preparato Tecentriq. Gli altri valori principali presentano variazioni meramente frazionali, con l'eccezione di Swatch (-1,34%).

Anche le altre piazze europee hanno avviato le contrattazioni deboli: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,10% a 12'736,25 punti), Parigi (Cac 40 +0,01% a 5398,81 punti), Londra (Ftse-100 -0,02% a 7341,03 punti) e Milano (Ftse Mib +0,03% a 21'493 punti).

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve