Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo aver stentato nelle prime battute a trovare un orientamento preciso la borsa svizzera sembra voler puntare verso il basso: alle 11.20 l'indice dei valori guida SMI segnava 6436.43 punti (-0,33% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,31% a 5953,68 punti.

In negativo si muovono i bancari UBS (-0,84%) e Credit Suisse (-0,70%), mentre non hanno un andamento unitario gli assicurativi Swiss Re (-0,48%) e Zurich (+0,49%). Dopo le progressioni di ieri sono al ribasso i titoli maggiormente esposti ai cicli economici come ABB (-0,74%), Adecco (-1,35%) e Holcim (-0,25%), come pure, nel segmento del lusso, Swatch (-0,92%) e Richemont (-1,26%). Nestlé (-0,08%) e Novartis (-0,26%) sono meno tonici del terzo peso massimo difensivo, Roche (+0,46%). La performance migliore viene realizzata dalla sempre volatile Transocean (+0,63%).

Nel mercato allargato hanno informato sull'andamento degli affari DKSH (+0,93% a 54 franchi), sbarcata in borsa a 48 franchi nel marzo scorso, e ADB (-0,84%). Rieter (+4,93%) beneficia di una valutazione positiva da parte degli analisti e conferma quindi il trend al rialzo degli ultimi giorni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS