Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo una partenza in lieve calo, la Borsa svizzera è risalita al di sopra della parità, grazie alla performance dei titoli difensivi di peso. Verso le 11.25 l'indice SMI dei titoli guida segna 6641,17 punti, in crescita dello 0,28%. L'indice allargato SPI è a quota 5943,05 (+0,07%).

In generale, le principali borse europee sono caute con il persistere delle tensioni in Libia, che hanno spinto al rialzo il prezzo del petrolio. I mercati sono d'altro canto in attesa di alcuni macroeconomici americani sulle richieste di nuovi mutui e sulle vendite di abitazioni esistenti.

Novartis (+1,22%) e Roche (+0,51%) sostengono decisamente il listino. In crescita anche Nestlé (+0,29%). Quanto ai titoli più sensibili ai cicli congiunturali, ABB segna un progressione (+0,36%), mentre Adecco cede lo 0,24% e Holcim l'1,80%.

Positivi i titoli bancari con l'UBS che sale dello 0,11%, il Credit Suisse dello 0,57% e la Julius Bär dello 0,07%. Lieve rialzi anche per gli assicurativi: Zurich Financial sale dello 0,04%, Swiss Re dello 0,26%.

Nel listino allargato Vontobel scende del 2,12%. Secondo gli operatori, il titolo della banca zurighese, che stamane ha presentato i risultati del 2010, è in discesa a causa di realizzi di guadagni. Anche il calo dell'utile nell'investment banking influisce negativamente sul corso.

Gategroup è in flessione del 3,70%. L'impresa attiva nel settore della ristorazione a bordo di aerei ha annunciato stamane di avere subito una frode da 22 milioni di franchi. Una parte della somma è stata nel frattempo rimborsata: l'ammanco è ora di circa 10 milioni, ha comunicato oggi la società.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS