Navigation

Borsa svizzera: sale di tono con il trascorrere delle ore

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2019 - 11:42
(Keystone-ATS)

Dopo un avvio timido la borsa svizzera è salita di tono: alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 10'362,30 punti, in progressione 0,51% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,43% a 12'513,64 punti.

I corsi sono favoriti da segnali positivi nell'ambito della vertenza commerciale fra Stati Uniti e Cina. L'SMI è così salito a un massimo di tutti tempi a 10'362,88 punti.

Per quanto riguarda i singoli titoli non sfigurano i bancari Credit Suisse (+0,50%) e UBS (+0,29%). In ordine sparso si presentano i valori più sensibili ai cicli economici come ABB (-0,36%), Adecco (+0,17%), Geberit (+0,50%), LafargeHolcim (-0,23%) e Sika (-0,35%). Nel segmento del lusso Swatch (+0,22%) arranca dietro a Richemont (+1,17%). Trainano il listino Novartis (+0,80%) e Roche (+0,96%), mentre scarso dinamismo è offerto dal terzo peso massimo difensivo, Nestlé (+0,06%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.