Navigation

Borsa svizzera: seduta negativa, SMI -1,13%

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 novembre 2011 - 18:00
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera ha terminato in negativo anche oggi. I listini, già al di sotto della parità, hanno accentuato le perdite parallelamente all'evoluzione sfavorevole di Wall Street alla vigilia dell'importante festa del Thanksgiving, sprofondando sul finale. L'indice principale SMI ha chiuso a 5386,14 punti, in calo dell'1,13%. L'indice allargato SPI è uscito dagli scambi a quota 4880,15 (-1,20%).

Continuano a pesare i problemi della crisi debitoria in diversi paesi e si fanno sempre più sentire i timori di un raffreddamento della congiuntura, hanno rilevato gli operatori. I titoli di Stato messi in asta oggi dal governo tedesco hanno trovato una domanda decisamente deludente: il 35% è rimasto invenduto, un esito attribuito dall'Agenzia del debito al nervosismo dei mercati. Dagli USA nel pomeriggio sono giunti alcuni dati macroeconomici contrastanti.

Tutti in calo i titoli finanziari: UBS ha perso il 2% scendendo al di sotto della soglia di 10 franchi (9,80 franchi), Credit Suisse l'1,65% (a 19,65 franchi), Julius Bär pure l'1,65% (a 30,99 franchi). Continuano le speculazioni sul rilevamento della quota della banca Sarasin in mano all'olandese Rabobank. La decisione sul futuro dell'istituto basilese dovrebbe essere presa entro una settimana, ha detto alla Reuters Remy Bersier, membro della direzione della Julius Bär. Oltre a quest'ultima, fra gli interessati alla Sarasin è stato fatto il nome del gruppo Raiffeisen. Zurich Financial si è ridotta del 2,68% (a 185,40 franchi), Swiss Re dell'1,93% (a 44,20 franchi).

In netto ribasso Nestlé: -1,65% (a 50,60 franchi). Quanto ai due giganti farmaceutici, Novartis è risultata in flessione dello 0,41% (a 48,60 franchi), Roche dello 0,22% (a 136,40 franchi).

In arretramento anche i valori più legati ai cicli congiunturali, con ABB che ha subito un calo dell'1,61% (a 15,32 franchi), Adecco dell'1,44% (a 34,95 franchi) e Holcim del 2,38% (a 47,57 franchi). Negativi i titoli del lusso, con Richemont in perdita dell'1,31% (a 43,80 franchi) e Swatch Group dello 0,97% (a 325,80 franchi), malgrado le ottime cifre dell'export orologiero in ottobre pubblicate ieri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?