Anche nel pomeriggio continua in chiara crescita la seduta della Borsa svizzera, complice la speranza di un allentamento delle tensioni nella crisi ucraina. I volumi si mantengono comunque modesti, con gli investitori che temono che la situazione possa nuovamente peggiorare in ogni momento. Alle 15.15 l'SMI sale dello 0,81% a 8'434.51 punti, l'SPI pure dello 0,81% a 8'353.33 punti.

Tra le blue chip, tutti i titoli sono in rialzo ad eccezione di Swisscom (-0,29%). Nella maggioranza dei casi, tuttavia, il valore delle azioni si è ridotto rispetto alla tarda mattinata. Si sono migliorati soltanto Actelion (+2,09%), Transocean (+1,31%), Novartis (+1,22%), Holcim (+1,20%), Roche (+1%), SGS (+0,84%) e Swiss Re (+0,69%). Continuano a guadagnare oltre un punto percentuale anche Adecco (+1,06%) e UBS (+1,08%).

Nel listino allargato da segnalare che Swisslog sale del 3,57% grazie a un contratto di 55 milioni di franchi in Scandinavia, mentre Logitech, che ha ottenuto un'ulteriore proroga dalla Borsa americana per la pubblicazione dei conti, scende dello 0,79%.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.