Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera prosegue l'ultima seduta della settimana in flessione: alle 15.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 9'064,59 punti, in flessione dello 0,36% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,60% a 10'714,08 punti.

Julius Baer risulta in flessione del 3,27%, seguita Credit Suisse che segna un -1,08% e UBS in calo dello 1,50%. Fanno un po' meglio i titoli assicurativi Swiss Life (-0,61%), Swiss Re (+0,09%) e Zurich (+0,45%).

Tra i ciclici Lafarge Holcim affonda con un -3,26% e ABB scende dell'1,10%.

Di segno "più" vi sono poi solo Sika (+1,58%), Swisscom (+0,58%), Geberit (+0,22%) e Roche (+0,62%), quest'ultimo in controtendenza rispetto agli altri pesi massimi difensivi Novartis (-0,35%) e Nestlé (-0,96%).

Nel mercato allargato, il fabbricante grigionese di polimeri e specialità chimiche Ems-Chemie perde l'1,66%, dopo aver comunicato oggi di aver realizzato nei primi nove mesi del 2018 un fatturato di 1,77 miliardi di franchi, con un incremento del 10,8% rispetto a un anno fa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS