Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: sempre orientata al rialzo

La seduta prosegue positiva alla borsa svizzera: alle 15.20 l'indice dei valori guida SMI segnava 6477,60 punti (+0,82% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,78% a 5981,22 punti.

Il mercato ha reagito praticamente senza variazioni di rilievo alle decisioni odierne della Banca centrale europea (Bce) relative ai tassi, rimasti inalterati, e al programma di acquisto illimitato di titoli di stato di paesi dell'Eurozona. La Bce ha anche rivisto al ribasso le stime sulla crescita dell'economia, correggendo per contro al rialzo le previsioni sull'inflazione. Intanto negli stessi minuti dagli Usa giungeva la notizia di un calo delle richieste di sussidio disoccupazione, un dato migliore di quanto atteso.

In rialzo, alla luce delle mosse della Bce, sono i bancari UBS (+1,56%), Credit Suisse (+2,45%) e a Julius Bär (+0,32%), come pure gli assicurativi Swiss Re (+1,00%) e Zurich (+0,70%).

Fra i titoli maggiormente dipendenti dalla congiuntura si sta mettendo in luce ABB (+3,16%), grazie a una raccomandazione di UBS. Un cambiamento di valutazione di segno opposto da parte di Citibank sta per contro penalizzando Geberit (-0,40%), unica blue chip in territorio negativo. Sotto tono appare il segmento del lusso, con Swatch (+0,08%) e Richemont (+0,25%).

Per quanto riguarda i titoli difensivi stanno decollando Novartis (+0,71%) e Roche (+1,20%), mentre rimane ferma al palo Nestlé (+0,08%),

Nel mercato allargato ha pubblicato i risultati semestrali U-Blox (+1,86%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.