Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La giornata prosegue in ribasso alla Borsa svizzera: alle 15.20 l'indice dei valori guida SMI segnava 7789,49 punti (-0,17% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,22% a 7217,95 punti.

Gli operatori parlano di una pausa di consolidamento, dopo che il mercato ieri ha aggiornato il suo massimo da cinque anni a questa parte. L'atmosfera che si respira su tutte le piazze è di indecisione, complici i dati macroeconomici contrastanti: negli Usa è stata registrata in febbraio un'imprevista accelerazione delle vendite al dettaglio, mentre nell'UE la produzione industriale in gennaio è calata oltre le attese.

Per quanto riguarda i singoli valori l'attenzione è oggi concentrata oggi su Adecco (-1,19%): gli utili 2012 sono risultati inferiori alle previsioni e sono così scattati i realizzi di guadagno, vista la progressione realizzata da inizio anno, ma il titolo ha comunque recuperato terreno rispetto al -4% della mattinata.

Hanno accentuato per contro il movimento negativo i bancari UBS (-0,59%), Credit Suisse (-0,91%) e Julius Bär (-0,37%), come pure gli assicurativi Swiss Re (-0,06%) e Zurich (-0,52): pesano le insicurezze sul debito italiano e il previsto aumento di capitale del concorrente tedesco Kommerzbank.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS