Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera si conferma in rialzo anche dopo la pausa pranzo: alle 15.25 l'indice dei valori guida SMI segnava 7807,46 punti, in progressione dello 0,93% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,84% a 8438,99 punti.

Gli operatori parlano di un rimbalzo tecnico dopo le recenti sedute negative. Il mercato è oggi stabilmente orientato al rialzo e considerato che anche Wall Street dovrebbe aprire in modo positivo gli operatori non si aspettano scossoni. In generale tutte le piazze azionarie rimangono favorite dalla politica monetaria espansiva praticata dalle banche centrali.

Gran parte dei guadagni dell'SMI sono dovuti all'ottima performance dei giganti farmaceutici Novartis (+1,63%) e Roche (+2,31%), che sembrano volersi lasciare alle spalle mesi non proprio brillanti. Sempre in ambito sanitario Actelion (+0,78%) guadagna meno, ma vi è da considerare che l'azione viene scambiata senza la cedola per il dividendo. Scarso dinamismo mostra per contro il terzo peso massimo difensivo, Nestlé (+0,42%).

Fra i bancari Credit Suisse (-0,67%) è ancora una volta meno ispirata di UBS (+0,53%) e Julius Bär (+1,02%). Riguardo ai valori maggiormente sensibili alla congiuntura stanno arretrando ABB (-0,15%) e LafargeHolcim (-0,87%), mentre continua a splendere il sole su Geberit (+0,25%) e soprattutto su Adecco (+2,30%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS