Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera ha conosciuto oggi una giornata negativa: l'indice principale SMI è passato in rosso già in avvio di seduta, trascinato al ribasso dall'evoluzione delle borse asiatiche, dopo che il governo giapponese ha espresso dubbi circa l'evoluzione dell'economia.

Nella sua relazione sulla situazione economica, Tokyo, per la prima volta in quasi un anno, ha infatti tagliato le previsioni di crescita. Nel pomeriggio sono poi giunti alcuni dati macroeconomici statunitensi, che non hanno migliorato le cose: anche la Borsa di New York ha per altro iniziato le contrattazioni su toni negativi. E dati non incoraggianti sono pure giunti dalla Svizzera, dove l'indicatore dei consumi UBS, pubblicato oggi, ha pure segnato un leggero calo.

La Borsa svizzera ha dunque terminato la giornata con l'indice SMI dei principali titoli in calo dell'1.08% a quota 6'421.42. L'andamento è stato analogo anche per il listino completo SPI, che ha chiuso gli scambi a 5'931.78 punti (-1.04%).

Tutte le società quotate allo SMI hanno chiuso la giornata in territorio negativo. Tra queste, da segnalare i ribassi di ABB (-2.19% a 16.55 franchi), Adecco (-1.69% a 43.07 franchi), CS Group (-0.22% a 18.34 franchi), Holcim (-1.01% a 58.70 franchi), Julius Bär (-1.06% a 31.70 franchi), Nestlé (-0.91% a 59.70 franchi), Novartis (-1.13% a 56.70 franchi), Richemont (-1.75% a 58.90 franchi), Roche (-0.68% a 174.70 franchi), Swatch (-1.57% a 395.50 franchi), Swiss Re (-1.33% a 59.35 franchi), Swisscom (-0.94% a 391.80 franchi), UBS (-1.75% a 10.67 franchi) e Zurich Insurance (-0.90% a 230.30).

Sul mercato allargato, Bobst - che ha annunciato di aver chiuso il primo semestre con una perdita netta di 31,2 milioni di franchi, a fronte di un rosso di 27,7 milioni un anno prima - ha chiuso con un leggero guadagno: +0.19% a 26.90 franchi.

Chemie + Papier Holding (CPH) - che ha chiuso il primo semestre con un utile di 11 milioni, contro una perdita di 19,1 milioni nei primi sei mesi del 2011 - ha terminato la giornata borsistica con un calo dell'1.04% a 1'236 franchi.

Bossard, infine, ha terminato con una perdita dello 0.74% a 120.10 franchi. Il gruppo zurighese specializzato nelle tecniche di assemblaggio industriale ha comunicato oggi di aver realizzato nel primo semestre dell'anno un utile netto di 22,1 milioni di franchi, in calo del 12%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS