Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: termina in positivo, SMI +0,19%

I guadagni alla Borsa svizzera si sono azzerati per due volte nel corso del pomeriggio, complice anche l'apertura negativa di Wall Street. L'indice ISM negli USA, superiore alle attese non è riuscito a risollevare i mercati, ma con il miglioramento a New York Zurigo è ripartita al rialzo. Il listino principale SMI, che stamane si era avvicinato agli 8'000 punti, ha terminato la seduta a quota 7'979.40, in aumento dello 0,19%. L'indice completo SPI è uscito dalle contrattazioni a 7'548.46 punti (+0,26%).

L'indice Ism che monitora l'andamento del settore dei servizi negli Stati Uniti in luglio è salito a 56 da 52,2 di giugno. Il dato è superiore alle attese degli analisti, che scommettevano su 53,1. Gli investitori sono in attesa del dato statunitense sulla disoccupazione, che verrà comunicato giovedì.

A Zurigo si è messa in evidenza la banca Julius Bär, che ha guadagnato il 2,16% (a 43,93 franchi). UBS ha invertito tendenza e ha chiuso con un incremento dello 0,37% (a 18,93 franchi), mentre il Credit Suisse non è riuscito a risalire sopra la parità (-0,29% a 27,74 franchi). Sopra la linea gli assicurativi, con Zurich in aumento dello 0,36% (a 253,80 franchi) e Swiss Re dello 0,07% (a 74,80 franchi).

Roche ritorna a salire (+0,79% a 230,50 franchi), dopo la debolezza della scorsa settimana sulla scia di speculazioni che vedevano il gruppo farmaceutico basilese interessato all'acquisto dell'americana Alexion, valutata a 20 miliardi di dollari. Roche ha comunicato che intende agevolare l'accesso al medicinale Valcyte utilizzato nel trattamento di infezioni da citomegalovirus riducendone il prezzo in 138 pesi in via di sviluppo ed emergenti. D'altro canto è stato reso noto che in India la protezione per il farmaco oncologico di Roche Hercetpin è stata tolta parzialmente dall'ufficio dei brevetti di Calcutta.

Novartis ha perso lo 0,22% (a 67,40 franchi) e Nestlé - il terzo titolo difensivo di peso - è in rialzo dello 0,23% (a 64,65 franchi). Il gigante alimentare presenterà giovedì il bilancio semestrale.

Nel comparto dei titoli maggiormente legati ai cicli della congiuntura ABB è in discesa dello 0,10% (a 20,63 franchi), Adecco è cresciuta dello 0,41% (a 60,65 franchi), Geberit dello 0,56% (a 252,80 franchi) e Holcim dello 0,66% (a 68,70 franchi). ABB ha annunciato l'acquisto della società informatica francese Newron System in vista di un suo rafforzamento nell'automazione della gestione degli edifici. Nel segmento del lusso, Richemont si è ridotta dello 0,86% (a 92,15 franchi), mentre Swatch Group ha registrato una progressione dell'1,15% (a 573,50 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.