Navigation

Borsa svizzera: vicina alla parità

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 giugno 2012 - 15:32
(Keystone-ATS)

Dopo una fase negativa, la Borsa svizzera ha riguadagnato terreno dopo e nel primo pomeriggio è vicina alla parità. Verso le 15.25 il listino principale SMI segna 5947,67 punti, in aumento dello 0,05%. L'indice allargato SPI è a quota 5522,34 (invariato).

Fra i titoli guida si sta mettendo in luce Adecco, che avanza del 3,11%. La società vodese ha annunciato un programma di acquisto di azioni proprie per un ammontare massimo di 400 milioni di euro. Il piano dovrebbe essere finanziato con l'emissione di prestiti.

Quanto agli altri titoli più legati alle oscillazioni della congiuntura, ABB segna una flessione dell'1,07%. Il gruppo elvetico-svedese ha reso noto di avere ottenuto una commessa da 75 milioni di dollari dal Ministero iracheno dell'elettricità. Holcim scende dello 0,79%.

Flessioni contenute per il segmento del lusso: Richemont è in calo dello 0,39%, Swatch Group dello 0,11%. Lo stesso vale, fra i pesi massimi difensivi, per Nestlé, in discesa dello 0,18%. Novartis (+0,19%) e Roche (+1,06%) sono invece in rialzo.

I due giganti bancari perdono terreno. UBS scende dell'1,27%, Credit Suisse dell'1,72%. Secondo la Reuters, che cita tre persone, il Credit Suisse intende cancellare una sessantina di impieghi dirigenziali nell'investment banking in Europa. Si tratterebbe di parte del piano volto a ridurre l'organico di 3500 unità, annunciato l'anno passato. La banca non si è espressa in merito.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?