Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Verso le 11.00 la Borsa svizzera è scivolata al di sotto della parità, ma subito dopo ha recuperato terreno. Nella prima parte della mattinata il mercato ha ancora beneficiato delle parole di Mario Draghi. Il presidente della Banca centrale europea ha indicato ieri di essere pronto a tutto per salvare l'euro, dichiarazioni che avevano subito fatto lievitare le borse nel Vecchio Continente.

Alle 11.20 circa il listino principale segna 6282,79 punti, in aumento dello 0,08%. L'indice complessivo SPI è a quota 5809,41 (+0,04%).

Le prospettive per l'economia svizzera migliorano nettamente, stando all'indice calcolato dal KOF, in aumento di 0,28 punti in luglio a quota 1,43. Gli esperti interrogati dall'agenzia Reuters avevano pronosticato un aumento a 1,25 punti. Il barometro in giugno era a quota 1,15 secondo i dati riveduti. Nel pomeriggio sono attesi impulsi dati congiunturali americani in particolare per quanto riguarda il prodotto interno lordo.

A Zurigo contrastati i bancari, con UBS in perdita dello 0,97%, Credit Suisse in progressione dello 0,43% e Julius Baer dello 0,14%. Lo stesso vale per i titoli guida assicurativi: Swiss Re è in ribasso dello 0,66%, Zurich Insurance sale dello 0,05%.

Nestlé dà una mano al mercato. Il titolo del gigante alimentare registra un incremento dello 0,51%. La concorrente Danone, come in precedenza Unilever, ha pubblicato un buon risultato, hanno rilevato gli operatori. Quanto ai due giganti farmaceutici, Novartis cresce dello 0,18%, Roche è in flessione dello 0,18%.

Fra i titoli più legati alle oscillazioni della congiuntura, ABB, in forte rialzo ieri, perde lo 0,66%, mentre Holcim, che ieri ha segnato un balzo del 5%, continua la sua corsa: +0,72%.

Nell'indice allargato Vontobel mette a segno un incremento dell'8,11%. Nel primo semestre l'utile della banca si è attestato a 66,6 milioni di franchi, in calo del 15% su base annua, ma in aumento dell'87% rispetto alla seconda metà del 2011. L'afflusso di nuovi capitali si è attestato a 5,3 miliardi, contro 3,4 miliardi nei primi sei mesi del 2011. Gli analisti hanno rilevato che il bilancio semestrale è nettamente migliore delle attese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS