Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un avvio in rialzo la Borsa svizzera ha virato in negativo: alle 11.25 l'indice dei valori guida SMI segnava 8757,02 punti, in flessione dello 0,63% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,52% a 8925,78 punti.

Stando agli operatori dopo diverse sedute tumultuose gli investitori tendono a minimizzare i rischi prima del fine settimana. Nuovi impulsi sono attesi nel pomeriggio, con la pubblicazione negli Usa dei dati su consumi e reddito personale: potrebbero fornire indicazioni utili per prevedere i tempi dell'innalzamento dei tassi.

Sul fronte interno spicca il calo di Adecco (-3,56%), che soffre per un cambiamento della legislazione del lavoro negli Usa. Meno in difficoltà sono altri titoli particolarmente sensibili alla congiuntura come ABB (-0,43%) e LafargeHolcim (-0,65%).

Fra i bancari UBS (+0,30%) è più tonica di Credit Suisse (-1,22%). Incidono negativamente sul listino i pesi massimi difensivi Nestlé (-0,28%), Novartis (-0,58%) e Roche (-0,94%).

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS