Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un'apertura in ribasso la borsa svizzera ha virato in positivo: alle 11.35 l'indice dei valori guida SMI segnava 7870,19 punti, in progressione dello 0,72% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,63% a 8362,34 punti.

In una giornata povera di spunti, a causa anche della chiusura per festività della piazza di Tokyo, il mercato ha riaccolto nel club SMI Swiss Life (+1,01%): il titolo, che dopo sei anni di assenza sostituisce Transocean, appare più tonico degli altri due assicurativi Swiss Re (-0,06%) e Zurich (+0,66%).

Bene orientati sono i bancari UBS (+1,23%), Credit Suisse (+0,69%) e Julius Bär (+0,05%), che ha pubblicato il rapporto d'esercizio 2015.

In ordine sparso si presentano i titoli particolarmente sensibili alla congiuntura come ABB (-0,37%), Adecco (-0,08%), Geberit (+0,88%) e LafargeHolcim (+0,23%).

Svolgono un'importante funzione di traino Novartis (+1,57%) e Roche (+1,24%), mentre si defila almeno parzialmente il terzo peso massimo difensivo, Nestlé (+0,07%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS