Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera accelera con l'indice SMI dei titoli guida che verso mezzogiorno segna un progresso dell'1,18% a 8'344,47 punti, mentre l'indice complessivo SPI sale dell'1,12% a quota 9'112,79.

L'attenzione è puntata sul colosso della farmaceutica Novartis, che oggi - presentando i risultati 2016 - ha annunciato un calo dell'utile netto del 5% a 6,7 miliardi di dollari e una contrazione del fatturato del 2% a 48,5 miliardi, a causa della pressione sui generici.

I risultati sono comunque stati accolti favorevolmente dai mercati e il titolo sta guadagnando il 2,08%. Stamane hanno inoltre informato sull'andamento degli affari Barry Callebaut (+0,57%), Lonza (+0,33%) e Logitech (+14,7%).

Tutte le blue chip sono di segno positivo, tranne Swisscom (-0,18%) e Syngenta (-1,31%). Il colosso dell'alimentare Nestlé appare poco mosso (+0,14%) mentre più solida è la performance di Roche (+1,08%).

Tra i bancari Ubs allunga il passo dell'1,49%, Julius Bär dell'1,51% e Credit Suisse del 2,48%. Tra i valori più sensibili alla variazioni congiunturali il gigante del cemento LafargeHolcim, già in forte progressione ieri, sale ulteriormente del 3,20%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS