Navigation

Borsa svizzera accentua perdite

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 aprile 2012 - 15:40
(Keystone-ATS)

Sempre di segno negativo la borsa svizzera: poco prima delle 15.30 l'indice SMI dei titoli guida segna 6'088.03 punti, in flessione dello 0,61%, mentre l'indice complessivo SPI cede lo 0,53% a quota 5'610.91.

Nonostante le buone performance di Tokyo, i listini fanno i conti con i dati sull'economia cinese cresciuta nel primo trimestre dell'8,1%, il dato più basso in quasi tre anni a causa di un rallentamento dei consumi, degli investimenti e della domanda internazionale.

Tutti i finanziari sono in perdita di velocità: UBS è in ribasso dell'1,61%, Credit Suisse dell'1,79%, mentre Julius Bär - da oggi il titolo è negoziato senza la cedola del dividendo - lascia sul terreno il 2,05%. Holcim, tra i valori ciclici cede l'1,91%, Richemont l'1,67, Adecco il 2,02% e Givaudan l'1,51%

In arretramento anche il gigante dell'alimentare Nestlé (-0,54%) e la farmaceutica Novartis, che scende dello 0,66%. Due soltanto i titoli in controtendenza: Roche, che guadagna lo 0,32%, e Transocean, che avanza dell'1,86%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?