Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo una timida mattinata la borsa svizzera si è orientata al rialzo: alle 15.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 9477,61 punti, in progressione dello 0,74% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,63% a 9605,52 punti.

La seduta prosegue nella calma, con volumi di contrattazione inferiori al solito. In attesa di nuovi stimoli il mercato continua a interrogarsi sui tempi della stretta monetaria da parte della Federal Reserve: si sta facendo largo l'opinione che la banca centrale aumenterà i tassi già in settembre. Stando agli operatori questo non dovrebbe comunque portare a sconquassi in borsa, visto che il fattore è già contemplato nei corsi attuali.

Sono intanto diventate più marcate le variazioni dei singoli titoli, nonostante l'assenza di notizie fresche riguardanti le blue chip. Bene orientati risultano ora i valori maggiormente sensibili alla congiuntura come ABB (+0,40%), Geberit (+1,15%), Adecco (+0,18%) - che presenterà domani i semestrali - e LafargeHolcim (-0,22%). Nel segmento del lusso Swatch (+0,51%) si muove sostanzialmente in linea con Richemont (+0,90%).

Fra i bancari ha accelerato Julius Bär (+1,34%), più tonica di UBS (+1,13%) e Credit Suisse (+0,57%). Il sole splende anche sugli assicurativi Swiss Re (+0,63%) e Zurich (+1,32%). Trainano il listino i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,68%), Novartis (+0,80%) e Roche (+1,01%).

Nel mercato allargato Sulzer (invariata) ha reso noto un taglio di 410 impieghi e la partenza del presidente della direzione Klaus Stahlmann, mentre Meyer Burger (+3,32%) ha annunciato un importante contratto. In evidenza anche Dottikon ES (+5,16%), dopo che il CEO Markus Blocher in un'intervista ha fatto sapere che l'azienda non sta soffrendo per il franco forte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS