Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un'apertura timida la Borsa svizzera ha ritrovato un certo vigore, ampliando i guadagni: alle 11.25 l'indice dei valori guida SMI segnava 8'367,89 punti (+0,46% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,40% a 8'276,01 punti.

La maggiore propensione al rischio da parte degli investitori è testimoniata anche dall'accresciuto interesse che stanno suscitando i titoli di stato dei paesi del sud dell'Europa. Il prosieguo della seduta potrebbe però essere fortemente influenzato da alcuni dati macroeconomici americani che saranno pubblicati nel pomeriggio.

Sul fronte interno in evidenza sono i bancari UBS (+1,40%) e Credit Suisse (+1,15%). Bene orientati risultano anche i valori maggiormente dipendenti dalla congiuntura come ABB (+0,29%), Adecco (+0,08%), Geberit (+0,27%) e Holcim (+0,64%). Un importante sostegno al listino viene fornito dai pesi massimi difensivi Nestlé (+0,22%), Novartis (+0,45%) e Roche (+0,42%).

Nel mercato allargato buona accoglienza per i risultati semestrali di Swiss Life (+4,59%), rivelatisi superiori alle attese. Hanno informato sull'andamento degli affari anche Schindler (-2,56%), Valiant (+0,31%), Tecan (-0,76%) e Conzzeta (+0,37%). Sugli scudi Nobel Biocare (+4,02%), che beneficia di una raccomandazione di Credit Suisse.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS