Navigation

Borsa svizzera amplia perdite

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 marzo 2010 - 15:41
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Dopo una lieve ripresa, gli indici della Borsa svizzera hanno nuovamente ampliato le perdite nel primo pomeriggio. Alle 15.25 l'SMI è in flessione dello 0,92% a 6830.87 punti, l'SPI dello 0,79% a 5966.48 punti.
Il Dipartimento del commercio americano ha annunciato che il prodotto interno lordo degli Stati Uniti nel quarto trimestre 2009 viene rivisto in calo al 5,6%, dal 5,9% della precedente stima. Il dato (calcolato su base annua) è inferiore alle previsioni degli analisti, che avevano previsto una conferma della crescita economica al 5,9%. Tuttavia si tratta della crescita più forte da oltre sei anni.
Buone notizie arrivano invece sul fronte della fiducia dei consumatori americani: in base alla lettura definitiva, l'indice calcolato dall'Università del Michigan a marzo è salito a 73,6. Le previsioni erano per un rialzo a 73 punti da 72,5 della prima lettura.
Sull'indice delle blue chip svizzere continuano a influire negativamente Novartis (-1,71%), Nestlé (-1,02%) e Roche (-1,44%). In netta flessione anche Holcim (-1,13%) e Credit Suisse (-1,02%), mentre UBS avanza dello 0,73. Positivi i titoli assicurativi, con Swiss Re che sale dello 0,60%, Zurich Financial Services dello 0,56% e Swiss Life dello 0,44%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?