Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera risulta contrastata, con l'indice dei titoli guida SMI che oscilla attorno alla parità e verso le 15:15 guadagna lo 0,05% a 9'077.22 punti, mentre quello allargato SPI cede lo 0,05% a 10'293.17.

A trascinare il listino zurighese sopra la linea di demarcazione è quasi esclusivamente il colosso dell'alimentare Nestlé (+1,39%), che gode del via libera al programma di riacquisto di azioni per 20 miliardi di franchi ricevuto ieri sera dal proprio cda. Positive anche Swiss Life (+0,46%), UBS (+0,88%) e Swisscom (+0,11). Quest'ultima ha tenuto una conferenza stampa oggi a Zurigo per presentare la nuova generazione di telefonia mobile 5G e ha annunciato anche il raggiungimento di un nuovo record di velocità sulle reti mobili (fino a 800 megabit al secondo).

Sono balzati da poco tra i vincenti anche i bancari Credit Suisse (+0,07%) e Julius Baer (+0,19%), anche se continuano a cambiare direzione.

Gli altri pesi massimi difensivi, i giganti dell'industria farmaceutica Novartis (-0,66%) e Roche (-0,40%), stanno per contro contribuendo a tenere basso il listino zurighese. Perdono oltre l'1% ABB (-1,15%) e Sika (-1,27%).

SDA-ATS