Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in ribasso oggi per la Borsa svizzera, con gli investitori che guardano agli sviluppi geopolitici dopo l'intervento militare USA in Siria.

Alle 09:15 circa l'indice SMI dei titoli guida perdeva lo 0,28% a 8'614,24 punti, quello allargato SPI lo 0,25% a 9'610,69.

Apertura in negativo anche per i principali mercati europei in attesa di maggiori indicazioni dal vertice tra il presidente Usa Donald Trump e il suo omologo cinese Xi Jinping in Florida, in particolare sugli accordi del commercio estero: a Milano il Ftse Mib perde lo 0,13% a 20'271 punti, a Francoforte il Dax lascia sul terreno lo 0,46% a 12'174,51 punti, a Parigi il CAC 40 cala dello 0,33% a 5'121,44 punti, mentre a Londra e il FTSE-100 cede dello 0,13% a quota 7'293,36.

In Asia, chiusura in rialzo per la piazza finanziaria di Tokyo, con l'indice Nikkei 225 che ha guadagnato lo 0,36% a 18'664,63 punti. Ieri sera ha chiuso in positivo anche Wall Street. Il Dow Jones è salito dello 0,08% a 20'664,04 punti, il Nasdaq è avanzato dello 0,25% a 5'878,95 punti, mentre lo S&P 500 ha messo a segno un progresso dello 0,20% a 2'357,56 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS