Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio di seduta in calo per la Borsa svizzera, con gli investitori che si mostrano prudenti sulla scia delle varie crisi geopolitiche e in vista delle presidenziali francesi di domenica. Alle 09.15 l'SMI cede lo 0,15% a 8'516.52 punti, l'SPI lo 0,01% a 9'601.13 punti.

A pesare sui mercati sono inoltre trimestrali sotto le attese di alcuni colossi americani. Ieri sera a Wall Street il Dow Jones ha perso lo 0,55% a 20'523,28 punti, il Nasdaq lo 0,12% a 5849,47 punti e lo S&P 500 lo 0,29% a 2342,22 punti. Stamani a Tokyo il Nikkei ha invece chiuso con un +0,07% a 18'432,20 punti grazie all'indebolimento dello yen.

Partenza mista per le principali piazze europee con il FTSE 100 di Londra che nei primi scambi cedeva lo 0,15% a 7.139,5 punti dopo aver chiuso con un -2,46% ieri in seguito all'annuncio di elezioni anticipate in Gran Bretagna. In calo anche il CAC 40 di Parigi (-0,05% a 4.987,29 punti). A Francoforte il DAX cresceva invece dello 0,11% a 12.014,03 punti e a Milano il FTSE Mib ha avviato le contrattazioni in progresso dello 0,26% a 19.492 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS