Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio di seduta in calo per la Borsa svizzera, con l'indice SMI dei principali titoli che alle 9:22 segna una flessione dello 0,40% a 8.810.41 punti rispetto a venerdì, mentre l'indice complessivo SPI scende dello 0,49% a quota 10.046.20.

Apertura in rosso anche per Parigi (Cac 40 -0,32% a 5.282,58 punti), Londra (Ftse 100 -0,45% a 7.493,36 punti), Francoforte (Dax -0,43% a 12.760,39 punti) e Milano (Ftse Mib -0,21% a 21.039 punti).

In flessione pure le Borse di Asia e Pacifico con i mercati che guardano al quadro geopolitico, dopo le elezioni in Gran Bretagna e il primo turno delle legislative in Francia. Per quanto riguarda i singoli listini, Tokyo cede lo 0,52% (a 19.908,58 punti), Hong Kong l'1,16% e Shanghai lo 0,32%. Male poi Seul (-1%).

A pesare poi è la chiusura di Wall Street di venerdì con i titoli tecnologici in difficoltà. Il Dow Jones aveva archiviato la seduta segnando +0,40% a 21.266,26 punti, il Nasdaq -1,80% a 6.207,92 punti mentre lo S&P 500 -0,09% a 2.431,54 punti.

La giornata ha in agenda, dal punto di vista macro, qualche dato dall'Eurozona. Guardando avanti, nei prossimi giorni, sono attese le decisioni sui tassi di Regno Unito e Giappone, giovedì è poi in calendario l'Eurogruppo e venerdì l'Ecofin. Prevale poi la cautela in vista della riunione di politica monetaria della Fed di mercoledì.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS