Navigation

Borsa svizzera apre in calo

Sui mercati pesa la brusca impennata sul giorno precedente dei decessi e dei contagi da coronavirus in Cina, calcolati secondo una nuova metodologia. Keystone/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 febbraio 2020 - 09:20
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera ha aperto oggi le contrattazioni in flessione: alle 09.15 l'indice principale SMI scende dello 0,37% a 11'060.26 punti, quello allargato SPI dello 0,57% a 13'321.53 punti.

Sul listino principale sono sotto pressione Nestlé (-2,09%) e Credit Suisse (-2,58%), che hanno pubblicato oggi i risultati del 2019. Zurich, che pure ha presentato le cifre relative all'esercizio scorso, sale per contro dello 0,28%

Partenza negativa anche per le principali piazze europee, con il FTSE 100 di Londra che nei primi scambi cedeva lo 0,90%, il DAX di Francoforte che perdeva lo 0,39%, il CAC 40 di Parigi che scendeva dello 0,46% e il FTSE Mib di Milano che segnava un -0,37%.

Sui mercati pesa la brusca impennata sul giorno precedente dei decessi e dei contagi da coronavirus in Cina, calcolati secondo una nuova metodologia.

Stamani la Borsa di Tokyo ha terminato le contrattazioni in calo dello 0,29% a quota 23'814,95 punti, mentre ieri sera Wall Street ha segnato ancora una chiusura record: il Dow Jones ha guadagnato lo 0,94% a 29'550,66 punti, il Nasdaq lo 0,90% a 9725,26 punti e l'indice S&P 500 lo 0,64% a 3379,38 punti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.