Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Apertura in netto calo per la Borsa svizzera, trascinata al ribasso dalle piazze di New York e Tokyo a causa dei timori sul debito di Eurolandia e del blocco delle vendite allo scoperto deciso in Germania per limitare la speculazione. Verso le 09.15, l'indice delle blue chip SMI scendeva dello 0,94% a 6410,12 punti. Sul mercato allargato, l'SPI arretrava dell'1% a 5656,92 punti.
Apertura in netto calo anche per Milano: il primo indice Ftse Mib segna una perdita del 2,02% a 19.903 punti, l'Ftse It All-Share un calo dell'1,85% a quota 20.504. A Francoforte, l'indice Dax è in flessione dell'1% a 6091,85 punti. A Londra, il Ftse-100 cede l'1,49% a 5.228,34 punti. A Parigi, l'indice CAC 40 è in flessione dell'1,66% a 3.557,35 punti.
La Borsa di Tokyo ha chiuso gli scambi in ribasso dello 0,54% a 10.186,84 punti. A New York, il Dow Jones ha perso l'1,08% a 10.511,33 punti, il Nasdaq l'1,57% a 2.317,26 punti e lo S&P 500 l'1,42% a 1.120,80 punti.

SDA-ATS