Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Al pari degli altri mercati europei, la Borsa svizzera ha aperto oggi le contrattazioni in forte calo a causa del rischio sempre più concreto di default della Grecia. Alle 9.15 l'SMI cede il 2,87% a 8'749.43 punti, l'SPI il 2,73% a 8'887.85 punti.

Nei primi scambi, a Londra il FTSE 100 perde il 2,18% a 6'606,49 punti, a Francoforte il DAX scende del 3,97% a 11'036,53, a Parigi il CAC 40 segna un calo del 3,8% a 4'868 punti e a Milano il FTSE Mib lascia sul terreno il 4,95% a 22'628 punti. La Borsa di Atene rimane oggi chiusa.

Il fallimento delle trattative sulla Grecia ha affossato anche le piazze asiatiche: a Tokyo il Nikkei ha terminato la seduta con una flessione del 2,88% a 20'109,95 punti, complice anche il declino della produzione industriale in maggio (-2,2%). Pesanti pure le piazze cinesi, mentre Pechino ha tagliato i propri tassi d'interesse per far fronte ad una crescita inferiore alle stime.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS