Navigation

Borsa svizzera apre in forte calo

I corsi hanno iniziato la seduta in arretramento. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 febbraio 2020 - 09:21
(Keystone-ATS)

Dopo il tonfo delle ultime due sedute, sempre sulla scia dei timori legati alla diffusione del coronavirus, la borsa svizzera ha aperto oggi nuovamente le contrattazioni in forte flessione: alle 9.16 l'indice principale SMI scendeva del 2,89% a 10'409,60 punti.

Quello allargato SPI perdeva il 2,67%% a 12'587,80 punti.

Partenza negativa anche per le principali piazze europee. In particolare vanno segnalate Francoforte (Dax -0,85% a 12'661,84 punti), Londra (FTSE-100 -0,57% a 6978,18 punti), Parigi (CAC 40 -0,59% a 5646,40 punti) e Milano (Ftse Mib -0,56% a 22'961 punti).

Ieri sera Wall Street ha accentuato le perdite. Il Dow Jones è indietreggiato dell'1,16% a 27'625,87 punti, il Nasdaq ha ceduto l'1,36% a 9097,21 punti mentre lo S&P 500 ha lasciato sul terreno l'1,23% a 3186,08 punti.

Stamani ha chiuso nuovamente in ribasso anche la borsa di Tokyo, pur limitando le perdite: il Nikkei ha fatto segnare un calo dello 0,79% a quota 22426,19 punti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.