La borsa svizzera ha avviato la seduta in rialzo, con l'indice SMI dei titoli guida che dopo i primi scambi segna 8.487.22 punti, in progressione dello 0,15%, mentre l'indice complessivo SPI sale dello 0,14% a quota 8.391.48.

Apertura in territorio positivo anche per Londra (FTSE-100 +0,24% a 6.688,43 punti), Parigi (CAC 40 +0,20% a 4.309,65 punti), Francoforte (Dax +0,13% a 9.672,17 punti) e Milano (Ftse Mib +0,16% a 20.518 punti).

I timori circa la stabilità finanziaria dell'istituto portoghese Banco Espirito Santo hanno pesato sulla Borsa di Tokyo che stamane ha terminato gli scambi a -0,34%. L'indice Nikkei, in calo per la quinta seduta di fila, ha ceduto 52,43 punti, attestandosi a 15.164,04, appesantito anche dal netto recupero dello yen contro le principali valute.

Sempre sulla scia delle preoccupazioni per la tenuta del sistema finanziario in Portogallo, Wall Street ha chiuso ieri sera in flessione. Il Dow Jones ha perso lo 0,42% a 16.915,20 punti e il Nasdaq lo 0,52% a 4.396,20 punti. Male anche l'indice S&P500 che ha ceduto lo 0,41% a 1.964,68 punti.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.